AZIONE RIVOLUZIONARIA

fonte: AA.VV. – La mappa perduta – Roma, 1994.

Nel 1977, militanti dell’area anarco-libertaria, prendendo atto dei “caratteri di forza” espressi in particolare del Movimento del ’77 e facendo riferimento alle elaborazioni culturali del situazionismo e della Rote Armee Fraktion (RAF), danno vita all’organizzazione armata Azione Rivoluzionaria.

Le tesi politiche generali di questo raggruppamento sono esposte in “Primo documento teorico”, gennaio 1978.

L’impostazione organizzativa fondante di Azione Rivoluzionaria è quella dei “gruppi di affinità”: “dove i legami tradizionali sono rimpiazzati da rapporti profondamente simpatetici, contraddistinti da un massimo di intimità, conoscenza, fiducia reciproca fra i loro membri”.

Continue reading

Posted in azione rivoluzionaria | Tagged , , , , , | Comments Off

(es-it) Sobre la apología de la violencia

 por Algunos afines de la Internacional Negra

Y sobre la labor de propaganda y difusión de las páginas webs y blogs anarquistas y revolucionarios.

Hoy es muy común leer en publicaciones digitales en internet, que hablan de “comunismo” y “teoría crítica”, visiones bastante pusilánimes sobre la violencia revolucionaria. Estamos hablando de sitios web y blogs –políticamente correctos- donde incluso deliran con la dictadura del proletariado y hasta el terror rojo (¡al mismo tiempo que reivindican la Anarquía!), pero toman con pinzas la violencia minoritaria, o los desbordes espontáneos, justificándose con cien piruetas teóricas al defender actos de violencia concreta, para de inmediato aclarar que ellos no hacen la apología de la violencia o están lejos de la autoafirmación de los compañeros insurreccionalistas, que llaman al ataque aquí y ahora, “irresponsablemente”, y muchos etcéteras más. En general, que se afirme eso en páginas que posan de radicales, pero emanan un tufillo de sectas eurocentristas (seudocomunistas de izquierda), o de burguesitos y universitarios “radicalizados”, pero mierda buena onda al fin y al cabo, da lo mismo. Pero como no condenan abiertamente la violencia revolucionaria (a veces si lo hacen, eso si), terminan confundiendo a compañeros que también toman la violencia con pinzas y con mil justificaciones, ¡para justificarla!

Continue reading

Posted in informalità | Tagged , , , , | Comments Off

Culmine – Mentre Parla la Dinamite

fonte: Culmine, pubblicazione anarchica bimensile, Buenos Aires 9 giugno 1926, anno II, numero 9, pagina 4

Dopo l’ultimatum dell’Alta Corte di Giustizia del Nord America, i compagni sparsi per tutto il mondo, non fecero rimanere nel silenzio l’appello disperato lanciato da Boston.

Dall’Argentina al Cile, da Cuba a l’Uruguay, e dalla stessa Unione, oltre lo sdegno verbale, anche la dinamite parla.

E di ieri la notizia dell’attentato contro un accusatore dei nostri compagni N. Sacco e B. Vanzetti, oggi il telegrafo ci annunzia, che altri testi di accusa, sono vigilati dalla polizia, impauriti da sicure rappresaglie. Ma la dinamite ha altri obiettivi. Non solo attenta alle belve, ma anche ai suoi averi e ai suoi altari.

A tutto ciò che provenga e sia emanazione Nordamericana, appioppiamogli il più violento e serrato sabotaggio.

Essi, i potenti degli Stati Uniti, vogliono la guerra. La guerra sia!…

Posted in informalità | Tagged , , , | Comments Off

(it-en) Riflessioni scandalose – alcune note sull’anarchismo civile

tratto da  ParoleArmate

Presentiamo di seguito la nostra traduzione di quello che reputiamo un ulteriore contributo contro la repressione interna. Questo testo, scritto da una compagna anarchica inglese in risposta a quello dell’Anarchist Federation (omologa della Federazione Anarchica Italiana), rappresenta un’interessante critica delle contraddizioni interne ad una concezione “civile” dell’anarchia e di molto anarchismo contemporaneo. La lunga riflessione che presentiamo può tranquillamente rappresentare una risposta anche alle penose posizioni di federazioni e anarchici al di qua della Manica.

ENGLISH

Riflessioni scandalose – alcune note sull’anarchismo civile

Ogni tanto, ciclicamente, l’anarchismo collettivo o sociale diventa restrittivo nei confronti di alcuni anarchici e si riafferma un certo individualismo anarchico. E’ successo alla fine del ventesimo secolo quando alcuni grandi pensatori anarchici hanno iniziato a mettere in dubbio alcuni dei dogmi comunisti. Sta accadendo di nuovo, e ancora una volta siamo testimoni di alcuni anarchici sociali in preda al panico visto che il loro sogno confortevole è stato disturbato ed essi consapevolmente o no rinforzano la morsa dello Stato condannando i loro fratelli e sorelle indisciplinati che sembrano minacciare il compito di ciò che un compagno ha adeguatamente definito “anarchismo civile”.

Continue reading

Posted in informalità | Tagged , , | Comments Off

Sin Banderas Ni Fronteras – Porque una muerte en combate es un llamado eterno a luchar.

…Punky Mauri presente!!!

A propósito de cumplirse 3 años de la muerte en combate del compañero Mauricio Morales y hermanándonos con su postura de vida antiautoritaria que lo llevó a empuñar diversas herramientas de lucha, queremos saludar su vida dándole continuidad a la ofensiva contra el poder y compartir algunas ideas y tensiones surgidas al calor de la permanente insurrección…

El Mauri y nuestro contexto de lucha.

Si bien no podemos quedarnos en lo trágico, no queremos tampoco pasar por alto lo doloroso que es perder un compañero, de ver su ataúd devolviéndolo a la tierra tras un trágico accidente y ver a sus cercanos rodeados por policías y ojos vigilantes. Por más que conozcamos las consecuencias de la lucha contra la autoridad y estemos decididos a no dejar de actuar, nuestra humana/animal condición nos hace sentir el dolor de la pérdida y nos llama a seguir enviando ánimo a sus compañeros más cercanos. Porque ante todo somos guerreros, nunca soldados carentes de emociones y sentimientos…

Continue reading

Posted in informalità | Tagged , , , | Comments Off

Conspiración Ácrata – Una conversazione con il collettivo editoriale di Infierno

Una cosa è avere delle armi, ben altra è essere un gruppo armato…

Infierno” è una pubblicazione anarchica per il desmadre (sfrenatezza) e la rivolta realizzata da compagni affini di Barcellona, in Catalogna, giunta al suo 5° numero.

Dopo aver stabilito un contatto con essi, abbiamo preso l’iniziativa di sottoporli ad un breve questionario teso a contribuire all’attuale dibattito del quale abbiamo parlato nel precedente numero di Conspiración Ácrata, ma anche con il fine di conoscere meglio com’è la scena anarchica a Barcellona, nello specifico quella insurrezionale o anarchica d’azione, piuttosto contraria all’anarchismo che lotta per la legalità, la permissività, l’organizzazione centralista, ecc.; anche perché ultimamente si sono verificate e/o comunicate alcune azioni in quella parte del mondo. Un’altra finalità è quella di contribuire alla diffusione di pubblicazioni affini alle prospettive insurrezionali.

Le risposte dei compagni contribuiscono all’attuale -e doveroso- dibattito all’interno delle nostre questioni. La loro critica relativa allo scenario messicano visto dal di fuori, che tanto ci interessava conoscere, ci ha fatto tanto riflettere così come le posizioni sulla lotta armata, l’organizzazione informale e la questione delle sigle.

Ringraziamo i compagni per essersi presi il tempo da condividere con noi e con i lettori di CA. i loro pensieri, prospettive e per averci fatto conoscere il panorama della lotta a Barcellona.

Continue reading

Posted in informalità | Tagged , , , , , , | Comments Off

Conspiración Ácrata – Una conversación con el colectivo editorial de Infierno

Una cosa es tener armas y otra cosa es ser un grupo armado…

Infierno” es una publicación anarquista por el desmadre y la revuelta realizada por compañerxs afines de Barcelona en la regiónde Catalunya, que hasta ahora llevan editados 5 números.

Tras hace un tiempo haber establecido comunicación con ellxs, tomamos la iniciativa de realizarles

un breve cuestionario con la finalidad de contribuir al debate actual del cual hacíamos hincapié en el numero pasado de Conspiración Ácrata, pero también con la finalidad de conocer mas aun como es la escena narquista en Barcelona ya sea insurreccional o al anarquismo de acción, o bien contraria al tipo de anarquismo que aboga por la legalidad, permisividad, organización centralista, etc.

Ya que en los últimos tiempos se han registrado y/o comunicado algunas acciones en esa parte del mundo. Aunque otra finalidad es la de también contribuir a la difusión de publicaciones afines a las perspectivas insurreccionales.

Las respuestas de lxs compañerxs contribuyen al actual –y necesario- debate al interior de nuestras contiendas, su critica sobre la escena en México vista desde fuera, que es en si nos interesaba mucho saber, fue algo que nos dejo mucho que pensar así como los posicionamientos sobre la lucha armada, la organización informal y la cuestión de las siglas.

Agradecemos a lxs compas haberse tomado el tiempo para compartir con nosotrxs y lxs lectores de C.A. Sus pensamientos, perspectivas y aclararnos de alguna manera el panorama de la lucha en Barcelona.

Continue reading

Posted in informalità | Tagged , , | 1 Comment

In merito a una dissociazione!

Culmine riceve e pubblica*

In questa città di Genova pare che esistano, quantomeno virtualmente, alcuni libertari e qualche anarchico, occasionalmente(?) cittadinisti, che sentono e manifestano la loro paura di essere colpiti dalla repressione.

Accampando pretestuose motivazioni metodologiche ed etiche hanno ben pensato di prendere preventivamente le distanze, come in una partita di scacchi si anticipa le mosse del nemico, dissociandosi (senza peraltro, che nessuno li avesse ancora associati).

Nel loro scritto sono preoccupati delle indagini che la questura svolge a loro carico ed esaltano le loro gesta pubbliche e collettive nei vicoli genovesi. Vivono la frustrazione di non essere riusciti a svegliare quel tanto osannato sociale e sentono l’esigenza di disprezzare azioni altrui. Sentono l’esigenza di chiarire ( agli inquirenti?) che stanno combattendo su un altro lato della barricata. Lo fanno in un momento strategico, adesso che qualcosa succede nella “loro” città e non molto tempo fa quando, per loro stessa ammissione, sarebbe stato utile.

Non pensiamo ci possa essere alcun dibattito portato avanti con chi si “difende” con meschine dissociazioni, solo che si chiamino le cose con il proprio nome e una dissociazione non diventi un “mettere i puntini sulle i”.

I soliti due rompicoglioni

Genova 17/05/2012

___________

nota di Culmine: Il comunicato de “I soliti due rompicoglioni” è in riposta ad un anonimo comunicato di dissociazione apparso su lombardia.indymedia.org/node/45805 , non pubblicato da Culmine perché non ci è mai stato inviato.

Sono tanti i comunicati e le dichiarazioni che stanno uscendo in questi giorni, noi pubblicheremo -condividendone o meno il contenuto- solo quelli che verranno inviati alla nostra e-mail: iconoclasta(at)riseup.net

Posted in informalità | Tagged , , | Comments Off

Il carcere nel cervello…

Iconoclasta riceve da RadioAzione

E’ oramai chiarissima l’intenzione, da parte dei media, di dare più eco al rumore che causa il ferimento ad una gamba di un dirigente dell’Ansaldo Nucleare che le migliaia di vittime che negli anni il nucleare stesso ha provocato, anche per colpa di gente come Adinolfi. Si chiede a voce forte l’intervento dell’esercito, ma questo non ci meraviglia. La stampa nazionale, ed i media tutti, sono da sempre la voce dei partiti e delle questure. In un clima che inizia a riscaldarsi la voce del governante di turno, del politico o del questurino si alza attraverso le pagine dei quotidiani cercando di creare un clima di terrore generale che possa togliere l’attenzione dagli avvenimenti che stanno caratterizzando questo ultimo anno il “bel paese”.

Continue reading

Posted in informalità | Tagged , , | Comments Off

Al Culmine della disperazione… individualista

Culmine, branco di individualisti anarchici, riceve, diffonde ed elabora comunicati, dichiarazioni e informazioni da parte di singoli e di gruppi d’azione che hanno dichiarato guerra a questa società in diverse parti del mondo.

In queste ore si è creata una morbosa attenzione nei confronti del nostro blog “monitorato” innumerevoli volte e citato addirittura tra i pochi web che postano “comunicazioni dal carcere e documenti interni di discussione”.

Ai nostri compagni e fratelli vogliamo ribadire, come avremmo voluto fare su iconoclasta, che la nostra natura individualista ci impedisce di appartenere a qualsiasi Federazione (formale o informale che sia), Fronte (rivoluzionario o riformista che sia) ed Organizzazione di qualsiasi natura. Se ne avremo la possibilità, repressione feroce permettendo, affronteremo queste tematiche che ci stanno tanto a cuore, come già annunciato un paio di mesi fa, proprio su Iconoclasta.

Il nostro incorreggibile individualismo non ci impedisce, tuttavia, di mostrare la nostra piena solidarietà e complicità con tutti coloro (appartenenti o meno a Federazioni, Fronti o Organizzazioni) che passano all’azione diretta anarchica e con tutti i prigionieri anarchici sparsi nel mondo. Come fatto fino ad ora, continueremo a dar voce a chi ha deciso di lottare fino alla fine pubblicandone i testi anche laddove siano presenti errori e sviste; ad esempio, non riusciamo a capire come Giorgos Polydoros non venga menzionato tra i prigionieri appartenenti alla CCF, né come sia tralasciato Theofilos Mavropoulos che, pur non appartenendo alla CCF, ne sottoscrive i comunicati.

I giornali di regime chiedono a gran voce perquisizioni e arresti, creando un clima propizio ad un’imminente retata anti-anarchica… che l’Internazionale Nera Anarchica risponda ai colpi della repressione con tenacia e determinazione restituendo colpo su colpo!

Un caldo abbraccio ribelle a tutti i prigionieri e ai clandestini anarchici nel mondo… tutta la nostra affettuosa complicità al Tortuga… siamo con te!!!

Culmine e Iconoclasta, 13 maggio 2012

Posted in informalità | Tagged , , , , , , , , , | Comments Off